contemporaneo_1920x680
Images

Contemporaneo e lineare

Published on number 30 of Images, marzo 2014

Il progetto si è sviluppato con l’intento di ottimizzare il recupero di un fabbricato degli anni ’50, a Courmayeur, immerso nella fitta vegetazione della località Plan Gorret alle pendici del Monte Bianco. Un’intensa collaborazione tra committenza e progettisti incaricati ha portato alla realizzazione di una ristrutturazione particolarmente interessante, di stile moderno ed essenziale in grado di legare la storicità della costruzione con le nuove esigenze funzionali ed impiantistiche richieste per legge. L’edificio in origine era costituito da un monoblocco in pietra con finiture ad intonaco, di colore chiaro, privo di caratteristiche architettoniche di rilievo.

Blurred imageTecnica mista ferro e legno per i solai a vista.
Tecnica mista ferro e legno per i solai a vista.

L’esigenza funzionale delineata dalla committenza era di studiare le volumetrie esistenti, in modo da creare angoli conviviali distinti, che potessero essere vissuti in completa libertà: da qui l’idea di eliminare qualsiasi elemento in muratura fisso e vincolante, lasciando spazio ad elementi di “arredo” come separatori di funzione: il camino centrale ben si inserisce come componente tecnologica di aggregazione; quest’ultimo oltre ad assolvere ad un compito prettamente tecnico di riscaldamento, crea una disgiunzione spaziale tra la zona pranzo e soggiorno; idem per l’elemento scala, in grado con la sua trasparenza di lasciare a vista l’intera pianta, pur frazionando la parte ingresso dalla cucina. In generale, tutti i nuovi interventi realizzati sull’esistente, sono stati fatti con tecniche e materiali riconoscibili, in modo da non celare la vera essenza dell’origine del fabbricato storico: in primo luogo sono leggibili i solai, questi ultimi costituiti da una tecnica mista ferro/legno; consolidati con microgetto di calcestruzzo vibrato.

A seguire il nuovo corpo scala, realizzato come per tutte le strutture portanti in ferro, le parti lignee del tetto e dei solai, sono state finite con uno speciale trattamento, in grado di lasciare la naturalezza della venatura del legno, richiamando un colore tipico dei legni invecchiati dal tempo. Le murature esistenti sono state pazientemente pulite e stuccate con calce naturale a giunto raso muro. L’illuminazione, attentamente studiata, è realizzata mediante luce indiretta proiettata da fasci di led a basso consumo, fatta eccezione per le zone di lavoro della cucina o dello spazio pranzo, dotate di illuminazione ad incasso con luce zenitale. La produzione di acqua calda per uso sanitario/riscaldamento è garantita da un impianto centralizzato a GPL, collegato ad un sistema di produzione di energia da fonti rinnovabili, nello specifico pannelli solari, in grado di soddisfare più del 40 % di autoproduzione di energia ad emissione zero. Un complesso sistema di termostati per ambiente gestisce la climatizzazione che, a seconda del piano e dell’esposizione, ottimizza il rendimento energetico dell’intero edificio. Lo sviluppo degli arredi è stato realizzato espressamente su misura, con uno stile contemporaneo e lineare.

La stanza padronale con il caminetto
La stanza padronale con il caminetto

Il rigore della forma e della superficie lascia spazio all’espressività estetica e sensoriale propria del legno, usato in larga parte dell’arredo: la vena ed i nodi dell’essenza lignea utilizzata appaiono in trasparenza velati da una tonalità di grigio, elemento atto a mantenere l’originalità del naturale invecchiamento del legno ad opera del tempo. In netto contrasto per tonalità e finitura spiccano alcuni elementi importanti della casa, per esempio il caminetto della zona living rivestito con lame di legno di rovere tagliate a piano sega che richiamano la composizione tridimensionale dei rivestimenti in pietra presenti nell’ambiente. Nella cucina il legno viene invece impiegato in contrapposizione agli elementi high-tech; il bancone di rovere incornicia, quasi abbracciando, l’isola tecnica, che è realizzata interamente in acciaio.