architetturea-tecnologia_1920x680
Images

Architettura e tecnologia

Published on number 31 of Images, febbraio 2014

L’intervento ha avuto come oggetto la costruzione di un’unità abitativa su una pendice di media montagna nelle vicinanze di Aosta. Il progetto ha preso le prime mosse ponendosi due questioni di fondo: la prima di carattere tipologico interrogandosi su cosa significhi affrontare il tema della residenza oggi in termini di organizzazione degli spazi; la seconda di carattere architettonico che pone la questione del risparmio energetico come una inderogabile necessità.

Blurred imagePiantumazione a betulle e brise-soleil in legno
Piantumazione a betulle e brise-soleil in legno

Trovando inadeguata la tipologia abitativa basata sulla rigida divisione tra zona giorno e zona notte; si è pensato ad un modello spaziale simile a quello di un villaggio fatto di nuclei autonomi che si relazionano a spazi comuni. Questa costruzione è il prodotto di una operazione di montaggio di volumi ognuno dei quali corrisponde ad un ambiente funzionale. L’edificio si organizza attraverso una sequenza verticale di ambienti. Al primo livello troviamo un volume basamento, che si insinua nel terreno in forte pendenza, rivestito in pietra a spacco locale nel quale sono collocati gli ambienti living. È lo spazio delle relazioni, la parte pubblica della casa. Sopra questo basamento comune nascono gli ambienti privati costruiti al primo livello da un volume cubico rivestito in legno di cedro nel quale sono collocate le camere, sormontato da un altro identico ma leggero quasi totalmente vetrato schermato da un brise-soleil in lamelle di legno orientabili nel quale sono collocati dei piccoli spazi di soggiorno privato.

Lo studio
Lo studio

Al livello intermedio le unità private sono collegate da un altro spazio comune, un giardino d’inverno realizzato in acciaio e vetro. Queste hanno accesso anche direttamente all’esterno senza dover interferire con lo spazio della zona living. Sotto il basamento quasi interamente interrati troviamo altri vani comuni ad uso benessere-relax (piscina, idromassaggio, palestra). Il progetto ha assunto a fondamento la questione bioclimatica e del risparmio energetico; l’edificio dispone delle più sofisticate tecnologie impiantistiche: geotermia, pompe di calore, pannelli fotovoltaici integrati, isolamenti a cappotto, vetrate basso emissive. Tutti questi dispositivi architettonici passivi, unitamente ai sofisticati sistemi di controllo, hanno consentito di realizzare un edificio con un fabbisogno energetico molto basso.

Progettazione
ARCH. ANDREA GUALLA

Realizzazione esterna
PERARDI GIARDINI

Foto
STUDIO GUALLA